Tardelli: «Milan? Forte nel gruppo. I giocatori credono in Pioli»

© foto Stefano Pioli, tecnico del Milan - foto Daniele Buffa/Image Sport

Tardelli, intervistato anche lui da Gazzetta dello Sport per il sondaggione, ha parlato della lotta Scudetto, ponendo la Juve al primo posto.

Tardelli, intervistato anche lui da Gazzetta dello Sport per il sondaggione, ha parlato della lotta Scudetto, ponendo la Juve al primo posto.

SCUDETTO – «Faccio fatica a rispondere a questa domanda: è un campionato falsato. Potrei dire che le favorite sono le solite, ma le condizioni ambientali e la pandemia che sta colpendo il mondo impediscono di avere un campionato regolare. Può vincere chiunque, anche se la Juventus, con le milanesi subito dietro, ha qualcosa in più».

MILAN – «Anche per ciò che ho appena detto, non mi sorprenderei di vederlo lassù anche alla fine della stagione: l’allenatore sta svolgendo un grande lavoro, i calciatori credono in lui e nella forza di tutto il gruppo. E non dimentico il gioco, che è sicuramente di ottimo livello».

PIRLO E CONTE – «Le valutazioni non possono essere uguali. Per Conte è la seconda stagione all’Inter, è ripartito da una base solida, mentre per Andrea è tutto, o quasi, nuovo: detto ciò, finora mi ha soddisfatto il lavoro di entrambi».

IBRA, CR7 O LUKAKU – «Ibrahimovic mi ha stupito, senza nulla togliere a Ronaldo e Lukaku, che saranno anche loro determinanti».