Tanti dubbi ma una sola certezza in attacco per Giampaolo: Piatek

Piatek
© foto Instagram

Il mercato del Milan prosegue tra tanti dubbi e incertezze soprattutto in attacco ma, l’unico sicuro rimane proprio Piatek

La dirigenza del Milan lavora e anche tanto ed ora punta a trovare il partner ideale per Piatek, l’unica certezza di Giampaolo per l’attacco. Il neo-tecnico rossonero ha iniziato da 3 giorni le valutazioni in merito a quei tanti giocatori in rosa che sulla carta farebbero fatica a giocare nel suo 4-3-1-2. Per quanto ne concerne il reparto offensivo, il pacchetto rossonero è composto dai soli André Silva, Cutrone e Piatek: il Pistolero si è confermato alla grande ripagando appieno la fiducia della scorsa dirigenza che lo aveva scelto a gennaio per sostituire il partente Higuain. Invece gli altri due hanno un po’ deluso le aspettative.

La certezza: Krzysztof Piatek

Il pistolero da quando è sbarcato a Milano non ha fatto altro che convincere tutti gli addetti ai lavori di Milanello, giorno dopo giorno, dell’enorme potenziale che ha nei suoi piedi e che l’esborso di 35 milioni di euro per ottenerlo dal Genoa sia stato giustificato appieno. In questi primi 6 mesi in rossonero, il Pistolero ha collezionato 18 presenze condite da 9 gol e 1 assist inserendosi senza paura nel nuovo contesto e lasciando senza fiato i tifosi rossoneri alla prima uscita da titolare in Coppa Italia segnando due reti, una più bella dell’altra, contro il Napoli. Il 24enne attaccante polacco è l’unica certezza per Giampaolo facendo auspicare a noi tifosi rossoneri che possa diventare al più presto il Quagliarella del Milan che il tecnico abruzzese ha allenato e saputo valorizzare alla Sampdoria.

Le incertezze: André Silva e Cutrone

André Silva è tornato dal prestito al Siviglia un po’ amareggiato: dopo aver giocato splendidamente le prime partite, è calato vistosamente per il resto della stagione senza mai ritrovare il guizzo che aveva fatto pensare al club andaluso di voler pagare addirittura riscattare il giocatore dal Milan. In questa ultima stagione ha giocato 27 partite segnando 9 gol con 2 soli assist. L’obiettivo prefissato di Giampaolo è quello di riuscire a capire velocemente se può giocare accanto a Piatek. In caso contrario verrà messo sul mercato. Discorso simile per Cutrone: l’arrivo del Pistolero ha oscurato il giovane attaccante comasco, il quale non è più riuscito ad andare a segno.

Le alternative: Schick e non solo

La dirigenza rossonera è alla continua ricerca del partner per Piatek nel caso in cui i tentativi di adattamento di André Silva e Cutrone dovessero fallire. La pista più calda da inizio giugno rimane lo scambio tra il portoghese e Schick che permetterebbe ad entrambe le società di non fare delle minusvalenze terrificanti. Notizia dell’ultima ora invece riguarda l’interessamento rossonero per Correa della Lazio: per questo affare il Milan è intenzionato a chiudere una trattativa da 50 milioni di euro suddivisi in 20-25 più il cartellino di Patrick Cutrone. Prima di fare supposizioni azzardate bisognerà aspettare le prime valutazioni di Giampaolo e il livello di adattamento dei due giocatori in rosa, augurandoci possano ritrovare la verve realizzativa, soprattutto per Patrick, e le doti tecniche e tattiche, per André Silva, che li ha sempre caratterizzati