Mondiali 2022 – Il 90% delle strutture è già stato completato

© foto Gianni Infantino, presidente Fifa

I Mondiali di calcio 2022 saranno un evento tutto nuovo, in un paese piccolo come il Qatar, ma in forte espansione economica

Fra esattamente 2 anni, ossia il 21 novembre 2022, inizierà in Qatar la 22esima edizione dei Mondiali di calcio. Si giocherà in inverno, e si tratterà della prima edizione della rassegna in Medio Oriente. La FIFA nelle scorse ore, ha spiegato che le infrastrutture dove si disputeranno le partite, sono state già completate per il 90%. I lavori di ultimazione degli ultimi impianti, saranno portati a termine nel 2021.

Gianni Infantino, capo della FIFA, vuole che l’evento sia curato e gestito al meglio in tutti i dettagli, dato che si prevede di accogliere più di 50 milioni di visitatori entro la fine del 2022. A tale proposito, Infantino ha rilasciato delle dichiarazioni: «Il 2020 è stato sicuramente un anno impegnativo per il mondo intero e il calcio non ha fatto eccezione. Nonostante le difficoltà, negli ultimi mesi sono stati compiuti progressi costanti, dimostrando ancora una volta il forte e continuo impegno del Qatar a ospitare un’indimenticabile Coppa del Mondo FIFA tra due anni, che senza dubbio costituirà un’eredità che va oltre il 2022».

Sono anche già stati definiti gli stadi della partita inaugurale e della finale: l’Al Bayt ospiterà l’atto iniziale, mentre il Lusail Stadium l’atto finale che andrà in scena il 18 dicembre 2022.