Milan, gli stessi punti dell’Atalanta ma più solido: 0 goal subiti contro 5

© foto Il Milan supera l'ostacolo Bodo/Glimt - foto Image Sport

Milan, una difesa che dopo tre giornate chiude a 0 goal subiti, non è un caso ma il frutto di un lavoro in sincrono con il centrocampo

Milan, una difesa che dopo tre giornate chiude a 0 goal subiti, non è un caso ma il frutto di un lavoro in sincrono di squadra e staff.

DOPO TRE GIORNATE- Tre giornate di campionato, tre vittorie e zero goal subiti. 7 quelli all’attivo contro i 13 dell’Atalanta che però difetta ancora nel reparto arretrato che fino ad ora conta 5 goal subito in 3 partite. Sono tanti ma se consideriamo il gioco “furibondo” di Gasperini può anche risultare normale un po’ di bilanciamento, a fronte di un milan che invece produce meno ma rimane più compatto nel reparto arretrato.

CHI SUBISCE MENO VINCE- Massimiliano Allegri lo ha sempre detto: “Chi subisce meno goal vince il campionato”. Nulla da obiettare, soprattutto se detto da un tecnico di questo calibro. Ovviamente parlare di scudetto adesso è un’eresia, soprattutto in mancanza di stress test (scontri diretti) che possano fornire una controprova esaustiva della forza della squadra rossonera.

KESSIE HA RAGIONE- A volte sorridiamo sentendo frasi del tipo: “Serve la mentalità giusta”. In questo caso è proprio così. Il Milan ha trovato finalmente la mentalità di squadra, come sottolineato sui social dal centrocampista ivoriano, protagonista in questo periodo di un Milan che ancora perplime ma risultati alla mano è primo in classifica a zero goal subiti.

CON L’ATALANTA NON SI SCHERZA- L’Atalanta è una squadra che in area di rigore immobilizza completamente le difese, come se in quel momento fossero di una categoria inferiore. La mentalità europea di Gasperini ha fatto si che i suoi uomini negli ultimi metri diventassero così letali da non avere eguali in Italia. Il Milan però ha dalla sua una compattezza maggiore, forse anche più calma nel cercare il goal ma sicuramente meno frenesia che potrebbe rappresentare mezzo punto in più, quello vincente.