Milan-Frosinone: la Lega Serie A nega in il rinvio del match

Lega Serie A
© foto La Lega sembra scartare l'ipotesi di una Serie A a 22 squadre

Milan-Frosinone, i rossoneri avrebbero voluto posticipare l’inizio del match alle 20:30 ed invece la Lega pare non essere d’accordo

Milan-Frosinone, dopo le polemiche nate in seguito allo spostamento della gara di domenica 19 maggio tra Juventus e Atalanta alle ore 20.30, ecco arrivata la reazione del Milan che nei giorni scorsi ha espressamente richiesto alla Lega Serie A di posticipare anche il proprio match, della stessa giornata ma attualmente fissato alle ore 18.  È questa la richiesta formale fatta venerdì sera dal Milan alla Lega Serie A per garantire la contemporaneità alla sfida di Torino tra Juventus e Atalanta, portata in notturna per permettere ai bianconeri di festeggiare lo scudetto. Il Frosinone, a quanto apprende l’Ansa, avrebbe già dato il proprio assenso al cambiamento di orario.

STOP ALLE POLEMICHE- Il cambio di orario appianerebbe totalmente le polemiche nate in seguito alla decisione di posticipare l’altro match fondamentale per la corsa Champions tra Atalanta e Juventus, come detto. Sembrava scontato l’assenso in Lega a tal proposito a posticipare l’inizio del match di Milano dalle 18 alle 20 e 30 per garantire la contemporaneità e non permettere a nessuna delle due squadra in corsa per il quarto posto di poter trarre un vantaggio conoscendo già l’una il risultato dell’altra. Invece ci sono alcune controversie difficili da superare in breve tempo.

FREDDA LA LEGA IN TAL SENSO- Secondo quanto riportato dal Corriere della sera, al momento la Lega Calcio non sembrerebbe intenzionata ad accogliere la richiesta rossonera, principalmente per due motivi: in primis perchè la contemporaneità è prevista per regolamento solo all’ultima giornata e poi in caso bisognerebbe mettere alle 20.30 di domenica anche le gare di Roma e Torino contro Sassuolo ed Empoli. Inoltre con il cambio di orario, a livello televisivo salterebbe la gara delle 18.

SON GIÀ 50 MILA- Intanto il pubblico rossonero si prepara a raggiungere il Meazza per le ore 18 della Domenica, gli ultimi a mollare, come al solito, saranno appunto i tifosi: dopo l’ottima risposta della trasferta di Firenze, con il settore ospiti tutto esaurito, in vista della prossima gara è previsto un San Siro gremito. Sono già stati venduti, infatti, circa 50.000 biglietti e il dato è destinato ad aumentare ancora di più. Fino all’ultima curva, all’ultimo respiro, insieme, per la Champions: Il Meazza risponde presente, anche per Milan-Frosinone.