Lazio, Tare sul caos tamponi: «Siamo in buona fede, serve uniformità»

© foto Igli Tare, ds della Lazio

Il direttore sportivo della Lazio Igli Tare ha commentato la situazione riguardante il caos tamponi scoppiata nelle ultime ore

Igli Tare, direttore sportivo della Lazio, ha parlato ai microfoni di Sky Sport prima del match di Champions contro lo Zenit San Pietroburgo. Queste le sue parole sul caos tamponi scoppiato nelle ultime ore:

«Penso che quando si tratta di Lazio c’è sempre da raccontare. I nostri tamponi sono regolari. La settimana scorsa abbiamo ricevuto la Procura due volte. Consegnati tutti i test. Per due volte, venerdì e sabato, sono stati ripetuti. Immobile, Leiva e Strakosha erano negativi, ecco perché hanno giocato con il Torino. È accaduta la stessa cosa con Pereira e due settimane prima con Hoedt. Ci sono dei valori che vengono considerati in un modo o in un altro. Collaboriamo con tutti gli organi competenti. Restiamo a disposizione, aspettiamo le decisioni finali. Siamo in buona fede, non c’è nulla da discutere. Non spetta a noi discutere, siamo a disposizione per collaborare. Serve uniformità nei protocolli, solo così possiamo andare avanti. Altrimenti ogni settimana siamo qui a parlare di questo. Faccio di necessità virtù. Pensiamo a giocare, ma ci dispiace non avere Leiva, Immobile e Strakosha. Ripeto, serve uniformità»