Lavinia Saccardo: «Lazio-Roma? Il Milan ne approfitterà, e su Milinkovic…»

Lavinia Saccardo
© foto Instagram @Laviniasaccardo

Lavinia Saccardo, bellissima giornalista informata sul mondo Lazio, ci ha parlato della prossima sfida con il Milan e di Milinkovic-Savic

Martedì sera Milan e Lazio si daranno battaglia nella gara d’andata delle semifinali di Coppa Italia. Con la Juventus ormai eliminata, l’obiettivo finale diventa ancora più appetibile per entrambe le squadre. Per saperne di più sulla partita abbiamo intervistato Lavinia Saccardo (@laviniasaccardo Instagram), giornalista preparatissima sul mondo Lazio.

– Tanti assenti in casa Lazio, addirittura c’è l’ipotesi Lucas Leiva difensore. Come arriva la Lazio a questa sfida?

«Ai tanti infortuni si sono aggiunte le delusioni per le sconfitte contro il Genoa e il Siviglia in Europa che di certo non aiutano la squadra in questo momento, a mio parere il più importante della stagione. Col Milan c’è da una parte la determinazione di vincere, ma anche rammarico per questo periodo negativo. Leiva è un professionista, ha già giocato in difesa, è adattabile a più ruoli. Se c’è bisogno di fare qualche sacrificio per la squadra è giusto che tutti si facciano trovare pronti e disponibili».

– L’eliminazione dall’Europa League e la sconfitta contro il Genoa sono due segnali d’allarme. Quali sono le difficoltà della Lazio nell’ultimo periodo?

«Credo che il problema maggiore della Lazio è il non avere un organico adatto ai tanti impegni ravvicinati. Giocare in Europa è difficile e lo è ancor di più quando incontri squadre come il Siviglia che ha vinto per tre volte consecutive questa competizione ed è un’ottima squadra. Se si ha l’ambizione di arrivare in alto si deve anche pensare che servono gli strumenti adatti e se serve, spendere qualcosa in più per poi arrivare al risultato sperato».

– Negli ultimi mesi si è parlato di un’offerta del Milan per Milinkovic-Savic. C’è qualche novità su questo fronte?

«Posso assicurare che chi insulta Milinkovic è una minima e a mio parere irrilevante parte di tifoseria che probabilmente ha dimenticato quanto lui sia stato fondamentale lo scorso anno. Di voci di mercato sul giocatore ce ne sono state molte e tante altre ce ne saranno. Non c’è niente di certo, lo sapremo solo a giugno. Non è il Milinkovic della passata stagione ma che sia un grande calciatore è indiscutibile, altrimenti non sarebbe stato chiesto da mezza Europa».

– Senza la qualificazione in Champions League Lotito potrebbe cedere il serbo?

«Lotito è imprevedibile. Tutti ci aspettavamo che avrebbe venduto Milinkovic lo scorso giugno e invece ha rifiutato somme faraoniche per tenerlo qui. Che poi sia stata una scelta giusta o meno, ognuno ha la propria idea. Se tornasse il Milinkovic della passata stagione non lo cederei per nessuna cifra».

– Nella prossima giornata c’è il derby di Roma. È una partita da dentro o fuori per le romane perché a guadagnarci potrebbe essere proprio il Milan….

«Sul derby ci sarebbero discorsi lunghissimi da fare. Qui a Roma è una malattia, la settimana del derby è qualcosa di indescrivibile. Oltre ad essere particolare per la rivalità cittadina, stavolta in palio ci sono tre punti che potrebbero influire molto sul quarto posto. Il Milan potrebbe approfittarne, ma ovviamente il campionato è lungo. Da laziale, spero ovviamente di arrivare in Champions, ma se dovessi scegliere tra Roma e Milan per la lotta al quarto posto non credo ci sia bisogno di dire per chi farei il tifo».