Ibrahimovic: «Io eroe dei due mondi come Garibaldi. Milano casa mia»

Ibrahimovic
© foto www.imagephotoagency.it

Ibrahimovic parla del suo futuro, immediato a questo punto dato che potrebbe cambiare molto rapidamente e portarlo nella sua seconda casa

Ibrahimovic parla in prima persona del suo futuro attraverso i microfoni di Gazzetta dello sport, lo fa mandando chiaramente  un bel messaggio di apertura al Milan, soprattutto rivolto ai tanti tifosi che lo aspettano. La società sta studiando con gli agenti del giocatore un’offerta importante dal punto di vista economico e ora toccherà a lui prendere la decisione definitiva (LEGGI QUI).

MILANO È CASA MIA – «Milano non è la mia seconda città, è la mia seconda casa. Ho dei ricordi meravigliosi e ci vive una delle persone in cui ho maggior fiducia. L’Italia stessa è la mia seconda casa. Amo gli italiani e la loro genialità. Il mio cuore non è mai andato via dal vostro paese».

UNICO VINCOLO IL PROGETTO – «Posso giocare ai miei livelli fino a 50 anni. E se c’è un progetto che mi stimola posso assolutamente farlo. Ho appena concluso l’esperienza a Los Angeles. È stata fantastica, rimarrà indelebile nei miei ricordi. Avevo voglia di questa avventura. E ora siamo in due a essere eroi dei due mondi: io e Giuseppe Garibaldi».