Le 5 frasi più divertenti di Gennaro Gattuso – TOP 5

© foto www.imagephotoagency.it

Ecco la top 5 delle battute più divertenti di Gennaro Gattuso. L’idolo rossonero nel corso della propria carriera ha sempre sfruttato l’ironia

Gennaro Gattuso ha saputo ridare energia e disciplina alla squadra rossonera che ora spera in una difficle rimonta Champions. La bandiera del Milan è stato i giocatori più amati in Italia per le sue doti umani e il suo impegno in campo. Ringhio ha sempre avuto un buon rapporto anche con la stampa grazie alla propria ironia. Ecco le cinque battute più divertenti di Gattuso:

5 CASSANO – Siamo nel 2008 e a Gattuso viene chiesto un parere su Antonio Cassano: «L’unica preoccupazione, semmai è a livello comportamentale… Non vorrei parlarne bene e poi magari tornare in albergo e scoprire che ha sfasciato tutto».

4 CALABRIA – Le origini calabresi del mister rossonero talvolta possono farsi sentire in campo: «Io penso e parlo in calabrese, è più veloce, è più comodo. Quando devo imprecare lo faccio in calabrese. Chissà quanti morti che t‘è muort, morti ‘e mammete o vai a fare in du culu ho tirato durante la mia carriera».

3 BUFFON – Intervistato da Ilaria D’Amico decide di cogliere l’occasione per fare gli auguri a Gigi Buffon per il suo 40esimo compleanno: «Ilaria, dai un bacio con la lingua a Gigi da parte mia».

2 AMMONIZIONE – Sulla semifinale Mondiale 2006 da diffidato disse: «Non penserò al cartellino, se lo faccio non gioco come so. Non è che devo mettermi la fascia di Rambo e andare a beccarlo per forza. Me lo mangio il cartellino».

1 KAKÀ – L’aneddoto più divertente è però il racconto del primo giorno di Kakà a Milanello: «Il giorno che arrivò Kakà a Milanello ci guardammo tutti in faccia chiedendoci chi fosse quello sfigato con gli occhialini , due ore dopo iniziammo la partitella. Primo pallone toccato da Kaka mi salta come nulla fosse, arriva davanti a Nesta si sposta la palla e spara un missile all’incrocio dei pali. Che ci crediate o meno in quel momento capii che avremmo rivinto la Champions guidati da quello sfigato con gli occhialini».

Articolo precedente
Chiara Niro, una modella dal cuore rossonero – FOTO
Prossimo articolo
Stampa RassegnaRassegna stampa del 12 febbraio 2018