Connettiti con noi

HANNO DETTO

Florenzi: «Vi racconto i giorni di raduno. Il Milan ha avuto fiducia in me»

Pubblicato

su

Florenzi: «Vi racconto i giorni di raduno. Il Milan ha avuto fiducia in me». Le parole dell’esterno rossonero

Alessandro Florenzi ha parlato alla Gazzetta dello Sport del suo momento al Milan. Le sue dichiarazioni.

SFIDE A CALCIO-TENNIS IN AUSTRIA – «Con chi scambierei Tonali? Nessuno, mi tengo Sandro, è competitivo come me».

E NEL BILIARDO – «Beh, lì non ho rivali. Troppo facile, il secondo arriva terzo. Il più forte, dopo di me, forse era Daniel Maldini. Poi Tonali e Gabbia, anche se mi dicono che Messias è bravo. Certo, spero rifacciano il panno. Dicono che non si può perché ci giocava Van Basten, ma insomma…».

RADUNO – «Compagno più silenzioso? Forse Messias. Il più caotico? Come nel biliardo, qui non mi battono».

CAPELLI «Dai, guardate Giroud biondo. È più brutto di Theo rosa».

IL PIÙ VELOCE – «Fascia sinistra. Per me Theo è anche più veloce di Rafa».

CHI TIRA PEGGIO LE PUNIZIONI – «Tra quelli che le calciano, Saelemaekers. Ma anche io non sono un fenomeno…».

SEGRETO DELLO SCUDETTO – «Sì, il gruppo. Il mister ci ha detto una frase: “Il successo cambia le persone”. Dobbiamo far sì che a noi non avvenga. Il mister in questo è molto bravo».

MAGIA SCUDETTO – «Sì, c’è, la sento, però va alimentata. Altrimenti si spegne».

VIDEO “RISCATTAMI PAOLO” – «Perché il Milan ha avuto fiducia in me quando pochi l’avrebbero fatto. Devo ringraziare soprattutto Ricky Massara, che mi conosceva già, ma spero di essere piaciuto anche a Paolo. E poi il Milan mi aveva già cercato quando c’era Boban, a gennaio 2020, ma io avevo dato da due giorni la parola al Valencia. Boban mi ha chiamato: “Non è che cambieresti aereo?”. E io a Massara: “Ricky, ti voglio bene, ma ho dato una parola. Se poi dovrà essere, sarà”. E’ successo».

JUVE E INTER FAVORITA – «Lo dicevano anche nel 2021 e poi… Diciamo che non mi dà fastidio, mi darà fastidio se alzeranno la coppa a giugno».

CHI È PIÙ FORTE – «So di fare un torto all’Inter ma dico Juve: si è rafforzata di più. Di Maria è il più forte che abbia mai giocato sulla mia fascia. Meglio anche di Salah, che alla Roma non era ancora esploso».

POCO LEADER – «Mah… Anche Kjaer parla poco però, quando dice una cosa, sono tutti sull’attenti».

CALABRIA CAPITANO – «Un capitano che si mette a disposizione e ascolta. Una persona equilibrata, che parla al momento giusto. I capitani comunque qui sono tanti, Ibra, Kjaer, io, anche Maignan».

LEAO – «Rafa deve fare un passo a livello di testa, ma non perché non la abbia. Parlo di altro, della voglia di stare in partita, di non fare un dribbling per forza. Gli manca questo ed è poco, perché tutto il resto c’è. In lui io rivedo Mbappé, con una differenza: Kylian sotto porta non sbaglia mai. Rafa però è lì. Rafa è un giocatore vero, ma non diteglielo».

Milan News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 48 del 07/09/2021 – Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. – PI 11028660014 Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a A.C.Milan S.p.A. Il marchio Milan è di esclusiva proprietà di A.C. Milan S.p.A.