Federico Giunti nel post partita: «Siamo consapevoli di essere forti»

Vittoria netta quella del Milan primavera contro il Pordenone. Molto soddisfatto il tecnico Giunti che risponde così ai microfoni

Dopo il match di oggi vinto per sei resti a zero contro il Pordenone, il tecnico della Primavera del Milan, Federico Giunti, parla così in zona mix dopo la partita. Ecco le sue dichiarazioni:

Sulla prestazione di oggi: «La preoccupazione era quella di non essere tornati ai massimi livelli dopo le vacanze e invece i ragazzi sia nelle amichevoli che nella partita di oggi che era quella che contava, hanno dato seguito alle prestazioni con le quali abbiamo chiuso l’anno solare. Dal girone d’andata la squadra è diversa, è cambiata e siamo consapevoli della forza che abbiamo e con chiunque gioco sappiamo che otteniamo dei risultati e anche rotondi. Per uno staff tecnico è importante».

Cosa è cambiato nella squadra: «L’atteggiamento è quello di una squadra che sapeva di dover provare a vincere questo campionato, la pressione forse ci ha bloccato un po’ all’inizio però devo dire che ci mancava solo il fare gol. Quando prendi fiducia, cambiano le cose, quando arriviamo vicino all’area avversaria ora facciamo gol».

Se la squadra è pronta per la Primavera 1a: «Il campionato è ancora lungo, mancano tante giornate. Noi siamo contenti di essere primi in classifica e di avere un buon vantaggi, ma dobbiamo affrontare le sfide una alla volta e già pensare alla trasferta di Venezia che è insidiosa e abbiamo anche un turno di Coppa Italia che è fondamentale. Dovremmo recuperare le energie fisiche e mentali perchè ho bisogno di tutti».

Sul trio d’attacco Maldini,Pecorino e Capanni: «Non esiste un trio d’attacco perfetto, c’è anche Tonin, Olzer che oggi avrebbe meritato di giocare per quello che ho visto nelle ultime settimane. Non dimentichiamoci di Colombo che è fuori e di Capone. Abbiamo tante soluzioni diverse e il trio scelto oggi mi ha garantito qualità tecniche e fisiche».

Sul ritorno di Merletti: «Tommaso è stato fuori quasi tutto il girone d’andata, aveva voglia di ributtarsi dentro e ha fatto una buona prestazione come tuta la difesa».

Sui subentrati: «Hanno fatto bene, siamo riusciti a fare un altro gol. Sala non si è allenato per un problema muscolare e non l’ho voluto farlo giocare. Mionic buona prestazione e ci sono le premesse per proseguire bene il girone di ritorno».