Cutrone, De Zerbi nega interesse: ora la grande occasione

Cutrone
© foto www.imagephotoagency.it

Cutrone pronto a partire per il ritiro con il Milan, Giampaolo farà il resto e poi deciderà il da farsi. Intanto De Zerbi nega l’interesse

Cutrone non è in vendita o forse non lo è mai stato. Secondo quanto riportato nella giornata di ieri da Gazzetta dello sport, la società rossonera avrebbe deciso di trattenere il giocatore, metterlo a disposizione di Giampaolo e lasciare dunque che sia il tecnico a decidere il da farsi, dopo il ritiro. Giampaolo quasi sicuramente giocherà con le due punte, una è Piatek senza ombra di dubbio, l’altra potrebbe essere Cutrone appunto, oppure Andrè Silva, una staffetta già vista nella stagione 2017/18, prima con Montella e poi con Gattuso.

TORINO ALLA FINESTRA- Dovrà attendere l’esito del ritiro, il Toro, per sapere che ne sarà di Cutrone, ovvero conoscere le reali possibilità di trasferimento immediato. Dopo l’iniziale volontà di cederlo per farlo crescere altrove, Giampaolo, come sopra riportato,  avrebbe deciso di dargli fiducia sin dal ritiro in partenza il 9 Luglio. Cutrone avrà quindi la possibilità di mettersi in mostra e ritagliarsi più spazio nel possibile modulo a due punte del nuovo tecnico.

IL PREZZO È FISSATO- Il prezzo rimane comunque fissato a 25 milioni di euro. Intanto il Toro è sempre più orientato verso l’Europa, chissà che questo non possa tentare Cutrone dopo un attenta analisi della situazione che richiederà almeno un mese, certo bisognerà farlo prima della consegna delle liste Uefa.

IL NO DI DE ZERBI- Secondo quanto riportato da TMW, Roberto De Zerbi, tecnico del Sassuolo, ha negato l’interesse del club nero-verde per Cutrone, verso il quale ora rimane solo il Toro e molto probabilmente la Fiorentina: «È un giocatore forte che però non abbiamo mai cercato né contattato. L’unica trattativa è per Caputo, siamo vicini. È arrivato tardi nel grande calcio, ma è stato il secondo marcatore italiano del nostro campionato. Sa giocare con la squadra».