Conti, Mancini lo attende: a Gattuso l’ultima parola

Conti
© foto www.imagephotoagency.it

Conti atteso da Mancini ma non solo, Anche Gattuso spera che il terzino recuperi la condizione fisica al cento per cento

Conti, una gara un po’ incerta contro il Chievo ed una voglia enorme di tornare ai livelli pre infortunio. La sua vita è cambiata letteralmente durante la convalescenza legata al problema al ginocchio, così come la sua carriera che ha subito una brusca frenata, nonostante gli abbia concesso di conservare un posto al Milan. Titolare o no è tutto da vedere, Gattuso ci ha provato sabato contro il Chievo ma non è andata benissimo, a differenza di altre occasioni dove il suo apporto è risultato determinante. Secondo quanto riportato da Gazzetta dello sport, Roberto Mancini starebbe aspettando che Conti torni al top della condizione fisica per chiamarlo in Nazionale. Il terzino del Milan gli permetterebbe di provare anche la difesa a tre. 

RIPARTIRE DALL’EMPOLI- La gara casalinga contro l’Empoli vinta per 3-0 ha portato grande entusiasmo, a partire proprio dal ragazzo che nell’immediato post partita si è mostrato felice per il risultato ma non solo: «Sto bene, nella partita contro l’Empoli ho giocato per la prima volta novanta minuti dopo tantissimo tempo. Pensavo di stare peggio sinceramente, sono consapevole di non avere i 90 minuti nelle gambe. Sono al 70% della mia condizione ideale. Sono pronto, il Mister sa che può contare su di me. Mi alleno sempre al massimo e quando vengo chiamato in causa cerco di dare il mio contributo».

MANCA ANCORA QUALCOSA- Dunque quel settanta per cento si è visto contro il Chievo, dalla mancanza del restante 30 è scaturito il goal dei veronesi ed inevitabilmente la riflessione di Gattuso, ovvero se per il Derby schierare regolarmente Calabria oppure rimettere Conti per cercare di dare più profondità alla manovra sulla corsia di destra. In questo caso Kessie dovrà fare il doppio lavoro, andare a coprire la zona di campo difensiva, ogni volta che il terzino si stacca per cercare la sovrapposizione con Suso e guadagnare il fondo. Queso a Mancini piace, a Gattuso ora un po’ meno.