Bakayoko: «Juve? Il Milan ha vinto di più. Non vorrei essere in nessun altro club»

Bakayoko
© foto Milan TV

Bakayoko si è presentato ai giornalisti e tifosi presenti nella sala conferenze di Casa Milan nel giorno del suo compleanno

Anche Bakayoko, terzo acquisto degli ultimi giorni nel calciomercato rossonero, si è così presentato ai tifosi del Milan all’interno della sede di via Aldo Rossi: «Il calcio italiano è differente ma dopo le stagioni vissute in Francia e Premier e dopo essere stato allenato da Antonio Conte mi reputo più pronto rispetto al passato. Gattuso somiglia molto a Conte, l’ho notato subito sin dal primo allenamento e ciò mi rende felice. Sono persone passionali».

Ruolo – «Non ho parlato col mister del mio ruolo. Dobbiamo essere tutti in campo per poter capire al meglio dove è preferibile che ognuno di noi giochi. Sono disponibile per il Milan e per il tecnico Gattuso. Paragone con Desailly? Senza voler mancare di rispetto lui era un difensore ed è difficile poter paragonarmi. Spero di poter dare al Milan lo stesso contributo che ha dato lui». 

L’esperienza in Premier – «Sono contento della mia esperienza in Inghilterra. Ho giocato partite importanti da titolare e ho appreso caratteristiche importanti di quel campionato che mi potranno essere utili nella mia carriera futura. Mi auspico che l’esperienza vissuta possa aiutarmi qui al Milan». 

Glorie del passato – «Guardavo molto la Serie A, chiaramente. Anche in Francia era un campionato che veniva tenuto in considerazione. Ci sono tanti giocatori a cui mi sono ispirato come Paolo Maldini, George Weah e Van Basten. Spero di essere degno di giocare in un club che ha avuto così tanti grandi giocatori». 

Juve squadra da battere – «Non voglio fare confronti tra Milan e Juventus. In termini di storia il Milan ha vinto di più ma la Juve è un ottimo club, io però voglio giocare nel Milan oggi e non vorrei essere in qualsiasi altro club». 

Articolo precedente
Leonardo MaldiniMaldini e Leonardo: «Si è parlato con il procuratore di Milinkovic-Savic ma niente trattativa»
Prossimo articolo
MilanRosa del Milan 2018/19: acquisti e cessioni per puntare alla Champions