Anche gli inglesi si schierano a difesa di San Siro: no all’abbattimento

San Siro vuoto
© foto San Siro sarà aperto a 1000 spettatori questa sera

Da oltremanica arriva una difesa di San Siro. The Guardian, attraverso la voce di Martin Dunlop, ha criticato l’idea di abbattere lo stadio

Da oltremanica arriva una difesa del caro buon vecchio San Siro. The Guardian, attraverso la voce di Martin Dunlop, ha criticato l’idea di abbattere lo stadio milanese nel breve periodo. Nel mirino c’è la Soprintendenza della Lombardia che avrebbe dato il nulla osta alla demolizione.

In attesa che l’apparato burocratico permetta la costruzione di un nuovo impianto, i tifosi attendono di conoscere l’esito della gara d’appalto tra “La Cattedrale” dello studio Populous o “Gli anelli di Milano” di Manica-Sportium. Ma Dunlop, non senza ironia, ha ricordato come le tempistiche nei lavori di edilizia in Italia non siano certo un punto di forza del Belpaese.

A quel punto meglio ristrutturare e mantenere uno stadio che ha fatto la storia. La critica quindi non è rivolta verso la volontà di innovazione dei due club meneghini: non potrebbe essere così, visti recenti sviluppi in Inghilterra per quanto riguarda l’Emirates dell’Arsenal e New White Hart Lane del Tottenham. Tuttavia, la mancanza di fiducia (più che giustificata) verso la burocrazia italiana non lascia dormire sonni tranquilli.