Connettiti con noi

2014

Torres e l'”esonero” di Mancini dalla Champions

Pubblicato

su

Ha iniziato ad assaporare la parola fine quando lui, Fernando Torres, gli sferrò un colpo letale quell’11 marzo del 2008. Una data, riecheggiata stamattina da Tuttosport, che per Roberto Mancini ha significato tanto poichè in quella gelida notte di San Siro l’Inter, allenata dal Mancio, veniva eliminata agli ottavi di finale di Champions League dal Liverpool in cui giocava proprio l’attuale attaccante del Milan, allora piuttosto prolifico e che qualche mese dopo era anche stato decisivo nella finale dell’Europeo contro la Germania. Uno spauracchio per la difesa interista lo spagnolo, che con il suo gran gol segnato al 19′ minuto del secondo tempo spense tutte le speranze dell’Inter e del suo allenatore di capovolgere il 2-0 subito due settimane prima ad Anfield.

Oggi Torres sta provando a ritrovare la via del gol, non facile come ai tempi dei Reds. Nella giornata di ieri ha comunque dato buoni segnali nella partitella disputata contro una formazione mista di Primavera e Berretti, segnando due gol e prenotandosi, a partire dalla ripresa degli allenamenti di lunedì, per una maglia da titolare ma soprattutto per una settimana ricca di passione che si spera possa rivederlo protagonista contro Mancini.

Advertisement