Pioli, restyling difensivo: si va sempre di piu verso la difesa a 3

Pioli
© foto www.imagephotoagency.it

Pioli vorrà sfrutttare al massimo la sosta nazionali per virare definitivamente verso la difesa a 3. Ecco gli interpreti

Come sostenuto in questi giorni da noti giornalisti come Pellegatti e Ordine, l’obiettivo di Pioli è quello di attuare un restyling definitivo del suo Milan con un passaggio definitivo alla difesa a 3. Come già evidenziano le prime partite del tecnico sulla panchina rossonera, la nuova sistemazione tattica è stata messa in atto, ma ora si punta a concretizzarla.

Difesa a 3: gli scenari possibili

Con il definitivo passaggio alla difesa a 3 si sono già ipotizzati gli scenari plausibili che vedremo in campo: sul centrodestra la presenza di Musacchio, al centro Romagnoli e sul centrosinistra Rodriguez. L’obielettivo dell’inserimento dello svizzero è quello di alzare Theo Hernandez e liberarlo dal dovere necessariamente arretrare in copertaura come unico uomo su quella fascia.

Una difesa a 3 rivitalizzerebbe Caldara e Conti

I due giocatori c’è Atalanta non hanno sicuramente rispettato le attese dopo le loro meravigliose stagioni a Bergamo, ma bisogna ricordare che sono stati vittime di diversi gravi infortuni che ne hanno ostacolato la crescita. Ad ogni modo sia Caldara che Conti hanno mostrato le loro vere qualità con la difesa a 3 dove il primo giocava centrale di difesa e con i suoi lanci, chiusure, inserimenti e gol ha permesso alla dea di raggiungere la Europa League assieme proprio al secondo che da esterno destro ha espresso il meglio di sé conquistando anche la nazionale.