Piatek, battuta la concorrenza del Real: in Spagna è un rimpianto!

Piatek
© foto www.imagephotoagency.it

Piatek piace a tutti, soprattutto ai top club europei, in particolar modo al Real che avrebbe potuto prenderlo al posto del Milan

Piatek ed il Milan, la storia di una stagione che inizia a prendere una strada differente per entrambi, nell’attesa che arrivino le sfide decisive per convincere i più scettici, ovvero coloro che hanno bisogno di più tempo per accettare lo scambio con Higuain (di nuovo in crisi…sempre per i più scettici). Se diciamo che c’era la fila per arrivare al polacco non commettiamo eresia, prima di arrivare in rossonero, qualche settimana fa il centravanti è stato un serio obiettivo di mercato del Real Madrid. La dirigenza madrilena avrebbe Infatti pensato all’attaccante del Genoa per rinforzare il proprio reparto offensivo salvo poi non affondare il colpo e lasciare che fosse il Milan ad acquisire il suo cartellino per una cifra che numeri alla mano inizia a diventare irrisoria per i tempi che corrono. A rivelarlo è stato l’agente del calciatore, Michael Probierz, attraverso la Gazzetta dello Sport: «Penso che i dirigenti del Real in questo momento rimpiangono di non avere combattuto abbastanza per comprarlo nel mercato di gennaio. Ci hanno pensato sul serio ma il Milan l’ha voluto di più».

PREPARIAMOCI ALL’OFFERTA- Il ragazzo ha dimostrato di saper buttare in porta anche l’unico pallone toccato in 90 minuti, da qui la frustrazione del Real per aver perso un colpo da cento, per una cifra ad oggi “dilettantistica”. Mbappe è stato pagato 180 milioni di euro dal Psg (per fare un esempio) e non era ancora campione del mondo, aveva fatto tanti goal si ma era pur sempre un diciottenne alle prime armi. Se Piatek dovesse raggiungere i livelli del francese allora dovremmo essere pronti ad accogliere le offerte oltre confine, la prima sicuramente del Real, poi tutti gli altri top club ma per il momento è solo una proiezione. Ad ogni modo se la stagione finirà come ci aspettiamo allora Florentino Perez si farà avanti di nuovo con un’offerta che Leonardo dovrà essere pronto a rifiutare.