Petralito su Rangnick: «Il Milan deve rinascere, Rangnick profilo giusto»

Rangnick
© foto Ralf Rangnick, probabile nuovo tecnico del Milan

Giacomo Petralito, noto agente, ha parlato di Ralf Rangnick in un’intervista a TuttoSport. L’agente lo ha consigliato vivamente al Milan

L’agente Giacomo Petralito ha parlato della situazione e delle voci che riguardano Rangnick. In un intervista a TuttoSport ha descritto la figura di Rangnick e ha raccontato quello che è stato capace di fare l’allenatore tedesco nella sua carriera. Le sue parole:

«Rangnick è un allenatore estremamente moderno che però affonda le sue radici in Lobanovski e Sacchi, che sono le sue principali fonti di ispirazione. La sua filosofia di gioco è molto offensiva, ma non è certo un tecnico che trascura la fase difensiva. Punta moltissimo sulla velocità nello sviluppo dell’azione e crede nel pressing alto, ma non è un dogmatico, uno che si lega a un unico modo di giocare. Anche perché è un aziendalista, cerca di capire quali sono i progetti della società e vi si allinea»

Petralito inoltre aggiunto che il calcio italiano dovrebbe aprirsi, secondo il suo parere, a questa nuova figura dell’allenatore manager che in altri campionati è già presente. Ecco le sue parole:

«Allenatore-manager? In passato gli è capitato di gestire il budget di mercato, perché il rapporto con la proprietà e la presidenza era tale che otteneva totale fiducia, ma lui ha sempre lavorato a stretto contatto con un direttore sportivo, non è certo un allenatore che va a fare mercato. Certo, conosce molto bene i giocatori e può essere prezioso nel dare consigli in società. E poi è uno che valorizza i giocatori.
Da quando sono andati via Galliani e Berlusconi sono stati investiti tanti soldi e non tutti nel modo più appropriato. Ora il Milan deve rinascere e serve un progetto che possa veramente puntare sui giovani più talentuosi per riaprire un ciclo.»