Pagelle di Torino-Milan: Romagnoli il simbolo di una squadra allo sbando

Romagnoli
© foto www.imagephotoagency.it

Pagelle di Torino-Milan, ecco i voti dei rossoneri nello scontro diretto contro i granata che vale il quarto posto in classifica

Ecco le pagelle di Torino-Milan:

Donnarumma 5,5 – Impotente sui gol, sbaglia diverse uscite alte come gli era spesso successo nei momenti bui della stagione. Giallo per proteste decisamente evitabile.

Musacchio 6 – Buona prestazione per lo spagnolo in un momento in cui la squadra sembra aver perso la speranza di poter raggiungere l’obiettivo stagionale.

Romagnoli 4 – Preciso e competente nelle coperture ma rovina tutto nel finale. Dopo l’ennesimo giallo per proteste viene espulso con un rosso diretto per qualche parola di troppo. Si può dire che l’atteggiamento del capitano sia lo specchio del momento del Milan.

Conti 5 – Qualche spunto davanti e poco altro. Ci si aspetta molto di più dall’ex Atalanta nonostante la forma fisica non sia al 100%. (Castillejo 5,5 – da subentrante e con il Milan sotto 2-0 e poi in 10 uomini può fare poco per ribaltare il risultato)

Kessié 5 – Tanto fisico ma come da diverse partite a questa parte poca precisione nei passaggi e per nulla propositivo in fase offensiva.

Bakayoko 6 – L’ex Chelsea da mediano è l’unico che prova a fare qualcosa in zona offensiva. Sfortunato nella traversa colpita nel secondo tempo e nella conclusione ravvicinata fermata da Sirigu.

Paquetà 6 – Il brasiliano sembra l’unico giocatore davvero di qualità del Milan. Qualche giocata notevole anche se ha recuperato da poco da un’infortunio. (Borini 6: ci mette tanta corsa e buona volontà ma il Milan questa sera proprio non c’è)

Suso 4,5 – Lo spagnolo è totalmente assente dal campo e meriterebbe sicuramente di sedersi in panchina. La sua unica fortuna è non ci sono alternative valide pronte a subentrare. (Piatek 5: il polacco entra già nervoso e tocca pochissimi palloni sovrastato da Moretti. Al solito comunque non viene servito adeguatamente dai compagni)

Cutrone 5,5 –  Il numero 63 ci mette grinta, determinazione e cerca con costanza la profondità come gli ha chiesto il tecnico. Nonostante ciò, i tiri in porta sono zero.

Calhanoglu 4,5 – Il turco ancora una volta dimostra che da esterno non rende al meglio anche se questa sera si è vista un po’ più di grinta rispetto alle passate partite. Come per Suso, l’unica spiegazione è che giochi perché non ci sono alternative all’altezza.

Gattuso 4 – Era una partita da vincere e ha messo in campo una squadra spaurita e poco propositiva. D’altronde le dichiarazioni della vigilia non lasciavano sperare in un atteggiamento diverso. Inspiegabile il cambio di Paquetà. Con questo gioco il quarto posto ora sembra un’utopia.

Torino (3-4-1-2): Sirigu 6,5; Izzo 6,5, N’Koulou 6,5, Moretti 6; De Silvestri 6, Rincon 6,5 (Aina 6), Meite 6, Ansaldi 6, Berenguer 7,5 (Parigini 6), Belotti 7.