Milan Verona 2-2, le pagelle rossonere: il riscatto di Ibra

© foto Ibrahimovic, 8 gol in campionato - foto Matteo Gribaudi/Image Sport

Lo svedese sbaglia il suo terzo rigore stagionale ma allo scadere riesce a trovare il gol del pareggio in una partita sfortunata

Un Milan sfortunato va sotto di due gol ma con la forza ed il carattere perviene al pareggio nel finale contro un coriaceo Verona che dopo aver fermato la Juve, obbliga al pari anche i rossoneri. Ibrahimovic sbaglia il terzo rigore stagionale ma nel finale trova il gol del 2-2 superando un monumentale Silvestri autore di almeno quattro interventi miracolosi. Queste le nostre pagelle:

Donnarumma 6 Si supera su Kalinic, sfortunato sulle due reti veronesi.

Calabria 5,5 Due gol, uno nella porta sbagliata, l’altro in quella giusta ma il VAR cancella la gioia.

Kjaer 6 Sgomita là dietro, cerca gloria su palla inattiva ma non riesce a trovare la porta.

Gabbia 5,5 Buttato nella mischia all’ultimo per via del forfait di Romagnoli, è in ritardo su Kalinic nell’azione che poi porta allo 0-1.

Theo Hernandez 5 Si fa saltare in testa da Ceccherini e inoltre si mangia per ben due volte la chance del 2-2.

Bennacer 5,5 Stretto nella morsa del centrocampo scaligero fatica ad imbastire le sue solite trame.

Kessié 7 Propizia il gol della rimonta con la complicità di Magnani ma è in mezzo al campo che fa notare eccome la sua presenza.

Saelemaekers 6 Solito motorino, pennella anche bene il cross per l’1-2; esce per lasciar spazio ad un attaccane di ruolo (dal 46′ Rebic 6,5 Spina nel fianco della difesa scaligera).

Calhanoglu 5,5 Il gioco passa poco da lui che comunque sembra non essere ancora al meglio (dall’87’ Hauge sv).

Rafael Leao 7 Ispirato, salta costantemente l’uomo anche se manca la zampata decisiva. (dal 78′ Brahim Diaz 6,5 Pennella sulla testa di Ibra il pallone del pari).

Ibrahimovic 6 Con i rigori iniziamo seriamente ad avere un problema ma alla fine trova la zuccata decisiva.

All. Pioli 5,5 Quattro gol subiti sugli sviluppi di calcio d’angolo (sui 7 in totale in campionato, ndr) sono un dato inquietante su cui interrogarsi; nel finale il suo Milan la recupera con carattere ma anche con un po’ di frenesia di troppo.

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri 8,5; Lovato 5, Magnani 6,5 (dal 73′ Cetin 6), Ceccherini 6; Lazovic 5,5, Dawidowicz 6,5 (dal 64′ Tameze 5,5), Ilic 6 (dal 69′ Udogie 6), Dimarco 5,5; Barak 6,5, Zaccagni 7,5; Kalinic 5,5 (dal 64′ Colley 6). All. Ivan Juric 6,5.