Milan, Piatek di nuovo terminale offensivo: Pioli vuole recuperarlo

Piatek
© foto www.imagephotoagency.it

I gol di Piatek mancano al Milan come il pane: la nuova filosofia portata da Pioli a Milanello potrebbe aiutare il suo recupero

I primi mesi di questa stagione a Milanello sono stati parecchio complicati: la squadra non ha mai digerito la complessa filosofia tattica di mister Giampaolo, che non è riuscito ad imporre i propri schemi e alla fine ha pagato con l’esonero.

PISTOLERO INCEPPATO Tra i principali penalizzati nella visione di gioco che l’ex tecnico della Sampdoria provava ad infondere nel gruppo, sicuramente c’era Krzysztof Piatek. Il bomber polacco nelle prime 7 gare di campionato ha trovato la via del gol due volte ma solamente su rigore: mai una rete su azione. Giocare lontano dalla porta, spesso con le spalle rivolte al portiere e l’obbligo di dialogare con i compagni di squadra hanno ucciso la vena realizzativa del numero 9 rossonero.

RITORNO AL PASSATO – Come riporta nell’edizione odierna il Corriere della Sera, con l’arrivo di Pioli le cose sono destinate però a cambiare. L’ex allenatore della Lazio infatti porterà a Milanello meno barriere tattiche e molta più flessibilità: il diktat principale sarà quello di far esprimere al meglio ogni giocatore, in un 4-3-3 minimale che si adatterà alle caratteristiche di ogni singolo interprete. Piatek tornerà così, scrive il quotidiano, terminale offensivo come lo era ai tempi di Gattuso. La sua azione si svolgerà quindi prevalentemente in area di rigore e la speranza è che in questo modo possa finalmente tornare a “sparare” con molta più frequenza.