Milan, l’incomprensibile richiesta di Kalinic: futuro già deciso

Kalinic André Silva
© foto www.imagephotoagency.it

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, Nikola Kalinic avrebbe chiesto garanzie al Milan per restare in rossonero

Mancano ancora poco meno di due mesi all’inizio del mercato ma le prime avvisaglie di trattative, in entrata ed in uscita, iniziano a paventarsi. In casa Milan, tra le altre, ci sarà da chiarire la vicenda legata a Nikola Kalinic: l’attaccante ex Fiorentina, voluto a tutti i costi da Vincenzo Montella, ha deluso oltremodo le aspettative, andando in gol solamente quattro volte in tutto l’anno. In più, non si può non citare la mancata convocazione con il Chievo Verona per scarso impegno dimostrato agli occhi di Gattuso in allenamento. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, il croato gode della stima dell’allenatore ma pretende di più: finora si è sentito poco considerato e con l’agente – in arrivo tra una decina di giorni – potrebbe scegliere di cercare una soluzione alternativa.

Ad oggi, le richieste di titolarità di Kalinic a Gattuso sono tanto immotivate quanto (eventualmente) immeritate perché il rendimento di Cutrone e anche quello di André Silva sono al momento superiori. Il feeling con San Siro, in aggiunta, è ai minimi storici e raramente si è vista un’accoglienza così negativa – criticabile ma ‘giustificata’ dalle ultime prestazioni del giocatore – ad un attaccante rossonero. Insomma, la sensazione, ad oggi, è che le strade tra Kalinic ed il Milan si divideranno: Germania e Cina sono per il momento le destinazioni più gradite al giocatore.