Inzaghi: «La Juve resta favorita ma il Milan non è una sorpresa»

© foto www.imagephotoagency.it

Filippo Inzaghi ha parlato della crescita dimostrata dal Milan nel corso dell’ultima annata: le parole del tecnico del Benevento

Intervistato da il Corriere dello Sport, Filippo Inzaghi, tecnico del Benevento ha così parlato della grande crescita dimostrata dai rossoneri nel corso dell’ultimo anno:

«Alla lunga dico che la favorita resta la Juve, per la forza della rosa che ha disposizione. Ma mai come quest’anno il campionato è aperto e il Milan ora non è più una sorpresa. Se vinci senza Ibra, senza Kjaer, senza Bennacer, vuol dire che la squadra è cresciuta e che il club ha preso giovani di qualità. L’Inter ha il vantaggio, per così dire, di essere fuori dalla Champions: con la rosa che ha, non può non lottare per lo scudetto. L’Atalanta mi ha fatto una grandissima impressione: ha forza e qualità, può lottare fino alla fine. Anche la Roma potrebbe inserirsi, con Napoli e Lazio un po’ outsider. Ma in questo campionato ognuno pagherà qualcosa, tra infortuni e Covid. E vale anche per la salvezza: penso che il Genoa abbia scontato il focolaio di inizio stagione. E poi c’è il discorso degli stadi vuoti: senza pubblico, certe trasferte diventano più abbordabili».