Infortunio Caldara: il riscatto non è più così scontato

Mattia Caldara
© foto Mattia Caldara, di proprietà del Milan

Dopo l’ennesimo infortunio grave patito dal centrale, non è detto che l’Atalanta eserciti il diritto di riscatto al termine della stagione

Il brutto infortunio patito da Mattia Caldara che lo obbligherà a saltare il resto del 2020 potrebbe anche modificare i piani di mercato di MilanAtalanta.

Il difensore classe 1994 è tornato alla Dea, in prestito dal Milan fino a giugno 2021, ed ha un diritto di riscatto fissato in 15 milioni di €. Una cifra che, allo stato attuale, l’Atalanta potrebbe decidere di non versare, facendo tornare il calciatore in rossonero dove, in un anno e mezzo, ha raccolto soltanto due presenze, nessuna delle quali in campionato.