I dettagli del piano Elliott: il ritorno di Leonardo e l’apertura di Albertini

Demetrio Albertini
© foto www.imagephotoagency.it

Prende forma il piano di Elliot: il cambio dirigenziale dovrebbe vedere il ritorno di Leonardo e forse anche quello di Albertini che oggi apre al Milan

Il Milan sta assumendo le sembianze volute dalla nuova proprietà, il club rossonero dal 21 vedrà il pieno insediamento di Elliott nella nomenclatura societaria e da quel momento il fondo americano avrà la possibilità di modificare a proprio piacimento la dirigenza inserendo gli uomini scelti per potenziarne il valore. Il primo nome sulla lista è quello di Leonardo, contestato dalla tifoseria, che sembra ormai certo di tornare al Milan nelle vesti o di direttore generale o di direttore tecnico, un altro ruolo in dirigenza sarà probabilmente di Demetrio Albertini che oggi ai microfoni di SkySport ha per la prima volta aperto ad un proprio ritorno in rossonero: «Un mio ritorno al Milan da dirigente? Non sono mai stato contattato da nessuno. Sto percorrendo da anni la mia strada e sarebbe un sogno che si incrociasse con quella del Milan». 

Demetrio Albertini parla però già da uomo rossonero cercando di fiancheggiare con brillante empatia i tifosi del Milan: «È come se il Milan fosse avvolto da uno strato di nebbia. Invece la chiarezza è sempre la cosa più bella. Penso che i tifosi del Milan si stiano sentendo come sulle montagne russe: passano da momenti di entusiasmo a momenti di dubbio e di paura: non meritano questo. Su Elliott è difficile esprimersi perché sono trattative talmente private e io non voglio essere superficiale. Non conosco le reali intenzioni del fondo americano». 

Articolo precedente
FassoneMilan, Fassone e Tuil discutono la memoria difensiva: sentenza può slittare a domani
Prossimo articolo
Yonghong Li Singer ElliotSi valuta già il dopo Fassone: probabile la “scelta interna” di Elliott