Gravina: «Taglio stipendi? Juventus deve essere esempio per tutto il sistema»

Gravina
© foto Gabriele Gravina, presidente FIGC

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha commentato l’accordo raggiunto dalla Juventus circa il taglio stipendi dei giocatori

Il calcio italiano deve fare i conti con diversi problemi, specialmente economici, in questa situazione di emergenza Coronavirus. In tal senso una svolta importante è arrivata nella giornata di ieri, quando la Juventus ha comunicato ufficialmente di aver raggiunto un accordo con i propri calciatori, annunciando un taglio degli stipendi nei prossimi quattro mesi. Un provvedimento che potrebbe presto venir replicato anche dalle altre società, o quanto meno questo è ciò che si auspica Gabriele Gravina, presidente della FIGC, che in una nota ANSA ha così commentato la notizia:

«L’accordo raggiunto dalla Juventus è un esempio per tutto il sistema. Ringrazio Giorgio Chiellini, i suoi compagni e Maurizio Sarri, perché nel solco della collaborazione che la Federazione auspica da giorni, hanno posto l’interesse generale al centro della loro interlocuzione con il club. L’unità e la solidarietà nel mondo del calcio rappresentano la prima grande risposta all’emergenza che stiamo vivendo e che rischia di essere ancor più grave se non dovessimo tornare a giocare. Solo attraverso il contributo di tutti i protagonisti, ognuno per la sua parte, renderemo il calcio più forte».