Connettiti con noi

News

Galliani: «Balotelli un bravo ragazzo, tornerà in forma. Vogliamo la Serie A»

Pubblicato

su

Galliani ha parlato alla Gazzetta dello sport in occasione dell’acquisto di Mario Balotelli al Monza con il quale c’è l’intesa

Galliani ha parlato alla Gazzetta dello sport in occasione dell’acquisto di Mario Balotelli al Monza con il quale c’è l’intesa. Le sue parole.

UN BRAVO RAGAZZO- «Certo. Mario è un bravo ragazzo e anche oggi nel nostro colloquio ne ho avuto la conferma».

TROVATA L’INTESA- «Ho notato tutta la sua disponibilità. Del resto gliel’ho ripetuto: “Non fidarti degli adulatori. Se sarà necessario sentirai i miei rimproveri. Ma saranno per il tuo bene”. E nei suoi occhi ho letto l’intesa, quella che cercavo».

IL BENVENUTO- «Ovviamente. Gli avevo accennato la mia idea già martedì, quando ero andato a trovarlo, e avevo avuto ampio mandato. Così, a fine incontro, ha voluto parlargli, per dargli il benvenuto e un in bocca al lupo».

SULLA TRATTATIVA- «La disponibilità di Mario, ma anche quella di Mino Raiola che ha rinunciato a qualsiasi commissione. Con questi presupposti ci siamo messi a trattare sapendo già che saremmo arrivati all’accordo. Tant’è vero che entrambi hanno accettato che fossi io a fare le cifre».

SULL’INFORTUNIO FINOTTO- «L’infortunio di Finotto ci ha privato di un attaccante centrale per l’intera stagione. Quindi eravamo a caccia di un rinforzo per il reparto offensivo. Sia Brocchi che il d.s. Antonelli hanno condiviso questa scelta. Ma ora non mettiamo pressione a Balotelli».

ASSOLUTA CAUTELA- «L’esperienza, dopo 43 anni di mercato, mi insegna la massima cautela. Quante volte pensavo di aver fatto un colpo e poi rimanevo deluso. Oppure accadeva il contrario. Quindi piano con i proclami».

PRESTO IN CONDIZIONE- «Mi ha detto che si è allenato in queste settimane e, in effetti, mi è parso in buone condizioni. Gli ho detto: “Hai 2-3 chili in più…”. Ha annuito. Non credo ci metta molto ad entrare in forma».

MONZA IN SERIE A- «Il progetto è quello di portare il Monza in Serie A, stiamo lavorando per questo e c’è tutto il tempo per arrivare con calma all’obiettivo».

TANTO EQUILIBRIO- «Vedo tanto equilibrio e la Serie B è lunghissima, occorre pazienza. Un anno fa, di questi tempi, lo Spezia era in fondo alla classifica e il Perugia lottava per la promozione. Poi, sappiamo com’è andata a finire».

SUL FUTURO- «Non mi pronuncio. So che la trasferta di Reggio Emilia è importante. Tutti gli avversari vanno presi con le molle»