El Shaarawy: «Da due mesi senza squadra, non mi sono mai fermato»

© foto Salta il ritorno di Stefan El Shaarawy alla Roma

Una situazione strana quella che sta vivendo El Shaarawy, che da due mesi si allena da solo a Roma, non potendo tornare in Cina

Il futuro di Stephan El Shaarawy resta sempre un punto di domanda. L’attaccante da due mesi si allena con due preparatori a Roma, non potendo tornare con lo Shanghai Shenhua per via della pandemia, ed ora aspetta gennaio per poter firmare con un’altra squadra. La scorsa estate si era parlato con insistenza di un suo ritorno alla Roma.

L’ex Milan, attraverso un lungo messaggio sui social, ha raccontato come sta vivendo questo periodo. Ecco le sue parole: «Si chiude così anche quest’ultimo raduno, sono rimasto più di due mesi ad allenarmi a Roma senza una squadra per via di questa pandemia, non potendo tornare in Cina. Ho avuto la fortuna di lavorare con due professionisti ma soprattutto due persone speciali come Claudio Donatelli e Marco Ferrelli che sento di ringraziare tantissimo, i quali mi hanno permesso di poter mantenere una condizione idonea al tipo di impegni che siamo andati ad affrontare. La fascia di capitano e la doppietta sono state la dimostrazione e la conseguenza di un lavoro quotidiano fatto con la massima disponibilità e perseveranza. Perché saper aspettare non vuol dire fermarsi! E noi non l’abbiamo mai fatto. Ora sarà ancora così fino a gennaio, una situazione insolita, mai vissuta, ma che mi rende sempre più convinto che gli obiettivi vanno costruiti giorno dopo giorno creandone uno stile di vita, così come lo è stato in questo periodo. Con impegno costanza e dedizione sono riuscito a raggiungerli godendomi quelle serate per cui vale la pena vivere e giocare a calcio, nonostante le difficoltà che ci sono state e che ci sono in questo momento. Ora si ripartirà, come sempre, con la stessa voglia e passione che mi hanno permesso di vivere emozioni come queste!»