Di Canio, Derby: il problema Milan individuato in due punti chiave

di canio borini
© foto Paolo Di Canio, al Milan nella stagione 1995/96

Di Canio, ospite al club di Sky analizza il derby vinto dall’Inter, capace di rimontare due gol al Milan nella ripresa

Di Canio al club di Sky sottolinea il carattere dell’Inter, rientrato in campo nel secondo tempo del Derby, senza più nulla da perdere: «L’Inter ha carattere, Conte ha cambiato tanto. Brozovic non ha mai brillato per carattere, poi però si va a prendere quel gol, ci va con determinazione, lo vuole prendere. La partita non è stata giocata bene tecnicamente, ma non serve giocare bene se hai quel cuore e la qualità superiore».

SU DE VRIJ- «De Vrij? Io preferisco il difensore che difenda bene e non faccia gol, ma oggi ha fatto anche gol. Io dico voto 8».

SU IBRA ED IL MILAN- «Ibrahimovic è il Milan, ma troppo. Ha fatto bene a venire, ha dato consapevolezza ai compagni, ma è troppo Ibra-dipendente. Secondo me però è lui l’uomo partita».

CAMBI TARDIVI- «Pioli ha fatto cambi tardivi, già dalla metà del secondo tempo a centrocampo erano poco lucidi, soprattutto Franck Kessié aveva perso energia e lucidità. Pensavo a cambi più veloci invece a dodici minuti dalla fine è anche difficile entrare con i compagni ormai sottotono».