Connettiti con noi

Calciomercato

Calciomercato Milan: il centrocampo del futuro parla francese

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Adli Faivre e il destino incrociato per i futuro del centrocampo rossonero. Il primo già acquistato dal Milan potrebbe arrivare già a gennaio

Un centrocampo francese. In questo periodo piuttosto il dialogo a casa Milan prevede, innanzitutto, di rafforzare una rosa per molti versi già completa. I nomi di Adli del Bordeaux e di Faivre del Brest erano già emersi in estate: tant’è vero che il primo è stato acquistato e lasciato in prestito ai girondini. I lavori in corso invece secondo la Gazzetta dello Sport servono a capire chi dei due possa arrivare già a gennaio.

L’operazione Adli, chiusa con il Bordeaux la scorsa estate con 10 milioni nelle casse dei francesi, tutela i rossoneri anche per gennaio: gli accordi prevedono lo sbarco del 21enne cresciuto nel vivaio del Psg a giugno, ma se a Pioli servisse un rinforzo in chiave scudetto già a metà corsa, non è da escludere una chiamata nei prossimi mesi.

Di Romain Faivre e della sua voglia di Diavolo sappiamo invece già abbastanza: ad agosto, in piena trattativa tra Milan e Brest, il centrocampista franco-algerino aveva rifiutato la convocazione per la partita con lo Strasburgo per accelerare la chiusura dell’affare con i rossoneri, spingendo invece i dirigenti del Brest a impuntarsi per tenerlo e a toglierlo dal mercato a poche ore dalla possibile fumata bianca. Allora il Brest valutava Faivre non meno di 15 milioni, adesso le pretese potrebbero essere abbassate: non perché il rendimento del 23enne ex Monaco sia improvvisamente calato – sempre in campo, da titolare, con due gol e quattro assist all’attivo – quanto piuttosto per l’andamento dei bretoni in Ligue 1: dopo nove giornate di campionato, non hanno ancora vinto una partita e condividono l’ultimo posto della classifica con il Saint Etienne. Se due mesi fa era stato facile imporsi con il giocatore, le cose potrebbero complicarsi nel caso in cui Maldini e Massara dovessero rifarsi vivi a gennaio.