Connettiti con noi

News

Bologna Milan: Pioli ancora alle prese con gli infortuni. Ultime di formazione

Pubblicato

su

Alla vigilia di Bologna Milan, Pioli si ritrova a gestire una situazione complicata sul lato degli infortuni. Le probabili scelte del tecnico

Allarme infortuni in casa Milan, Stefano Pioli è costretto a correre ai ripari per il match contro il Bologna. Già con Verona e Porto, il tecnico aveva dovuto schierare una formazione senza due big come Theo Hernandez e Brahim Diaz, alla lista degli assenti, verso Bologna, ora si sono aggiunti anche Ante Rebic e Fanck Kessie, che non potranno disputare la partita.

Catena di centrocampo quasi obbligata, quindi, per i rossoneri, con Sandro Tonali e Ismael Bennacer pronti a giocare dal primo minuto al Dall’Ara. In difesa, nonostante la prima convocazione di Antonio Mirante in rossonero, a difendere i pali dovrebbe esserci ancora Ciprian Tatarusanu, mentre la linea difensiva dovrebbe essere composta da Calabria a destra, Ballo-Toure a sinistra e Kjaer insieme a Tomori a formare la coppia di centrali.

La buona notizia per Stefano Pioli è che avrà a disposizione Zlatan Ibrahimovic dal primo minuto, a contendersi un posto con Olivier Giroud, con il francese che resta leggermente favorito. Non contemplata, per il momento, la possibilità di vederli giocare insieme dal primo minuto, come confermato oggi in conferenza stampa dallo stesso Pioli. Sulla trequarti più Rade Krunic che Daniel Maldini, mentre largo a sinistra dovrebbe esserci ancora Rafael Leao, dopo il forfait di Rebic.

A sinistra ballottaggio tra Saelemaekers e Castillejo, con lo spagnolo, escluso dalla lista Champions, che dopo l’ottima prestazione contro il Verona, potrebbe far rifiatare il collega belga.

In conferenza stampa, Pioli ha avvertito dalle possibili insidie del match contro il Bologna, con Mihajlovic pronto a fare uno sgambetto alla sua ex squadra, dopo aver severamente punito anche la Lazio. I rossoneri dovranno ritrovare la spinta che nelle ultime partite è mancata, in un match che sarà fondamentale per fare un salto in classifica, considerati i vari big match di gionata (Inter-Juve e Roma-Napoli).