29 settembre 1976, nasce Andrij Shevchenko: lo zar del Milan – VIDEO

29 settembre 1976, nasce Andrij Shevchenko: il calciatore ucraino che ha fatto la storia del Milan in Italia e in Europa

«Siamo arrivato all’aeroporto di Roma e già da subito ho visto il grande rapporto e modo di fare italiano, abbiamo visto monumenti e musei, poi siamo andati a mangiare e per la prima volta ho mangiato la pasta», parole di Andrij Shevchenko che racconta così il proprio arrivo in Italia.

Sheva, nato il 29 settembre 1976 in Ucraina, è uno dei pochi giocatori dell’ex blocco sovietico ad essere riusciti ad avere successo in Italia. Attaccante completo in grado di ricoprire diversi ruoli nel reparto avanzato, l’ex numero 7 rossonero deve le sue doti tecniche e atletiche al lavoro svolto sotto la guida del tecnico Lobanovskij alla Dinamo Kyev che Sheva ricorda così: «Da ragazzino saltati 4-5 allenamenti e lui mi disse “basta cambia squadra” dopo questo discorso sono sempre arrivato puntuale e non ho mai saltato una sessione, la disciplina mi piace». La sua freddezza sotto porta l’hanno reso uno degli attaccanti più prolifici d’Europa sia con la maglia della formazione Ucraina con cui vince 8 titoli e sia al Milan dove conquista uno scudetto, una Supercoppa europea, una supercoppa italiana, una coppa Italia e soprattutto una Champions League laureandosi anche vincitore del Pallone d’oro nel 2004. Chiude la carriera nuovamente alla Dinamo Kiev dove vincerà una Supercoppa nazionale ma nei ricordi dei tifosi del Milan resterà sempre l’autore del gol decisivo in finale di Champions contro la Juventus a Manchester nel 2003: «Mi emoziono molto e quando cantano i tifosi mi viene sempre la pelle d’oca».