Tas, non solo Fiorentina: anche Gasperini critico con la decisione del tribunale svizzero

Gasperini
© foto www.imagephotoagency.it

La decisione del Tas scontenta anche Gasperini e l’Atalanta che ora dovranno affrontare il Sarajevo ai preliminari e poi il Playoff

Qualcuno esulta e qualcun altro impreca. Questo il responso dal punto di vista umano della decisione del tribunale arbitrale sportivo di Losanna di riammettere il Milan in Europa League. Dopo la Fiorentina (nuovamente esclusa dopo il verdetto del campionato) anche l’Atalanta commenta in maniera seccata la decisione del tribunale, più che altro, da quanto si evince dalle parole di Gasperini per i tempi, piuttosto che per la decisione. Il tecnico attraverso la Gazzetta dello Sport ha commentato in maniera critica quanto accaduto per i motivi sotto riportati: «Tas? Noi ci stavamo preparando per fare i preliminari, ma sono stati sbagliati i tempi, così hanno penalizzato soprattutto i tifosi: i nostri, quelli del Milan e quelli della Fiorentina. Il Sarajeveo? Corrono molto, il Mondiale ha dimostrato che non ci sono partite facili”. Che i tifosi del Milan siano stati penalizzati è tutto da vedere ma non è escluso che qualcuno possa legittimamente concordare con il tecnico. Con l’esclusione del Milan, infatti, l’Atalanta aveva preso il posto dei rossoneri nella fase a gironi, ma ora dovrà passare prima dal preliminare e poi, in caso di passaggio del turno, dal Playoff. Il primo avversario sarà il Sarajevo, un doppio confronto che vedrà i nerazzurri scendere in campo già il 26 luglio, nel match di andata a Reggio Emilia. Il ritorno è previsto una settimana dopo, il 2 agosto (da qui il disappunto di Gasperini). In caso di passaggio del turno, ci sarà il Playoff: le possibili date sono il 9-16 agosto per il turno di andata, 23-30 per l’eventuale ritorno.

Chi è definitivamente esclusa dall’Europa, invece, è la Fiorentina, che tramite Della Valle aveva rivendicato la qualificazione. Verdetto di Losanna, però, accettato attraverso un comunicato, nel quale si sottolineano il rispetto della decisione del Tas e la consapevolezza di partecipare alle Coppe Europee solo dopo una qualificazione conquistata sul campo. Di diverso avviso Rita Antognoni che nei giorni scorsi aveva espresso tutto il suo rammarico nei confronti della decisione con parole meno ponderate rispetto a quelle del presidente Della Valle.

Articolo precedente
GattusoCalciomercato, i tempi stringono ma dalla prossima settimana si torna all’attivo
Prossimo articolo
GattusoElliott proporrà due linee di mercato a Gattuso, sarà Righio a decidere