Connettiti con noi

HANNO DETTO

Pioli: «Incredibile il fallo non fischiato, mi aspettavo di più dalla squadra»

Marco Rizzo

Pubblicato

su

Stefano Pioli, intercettato da Sky Sport nel post partita, ha espresso il proprio parere sull’andamento della gara

Stefano Pioli, intercettato da Sky Sport nel post partita, ha espresso il proprio parere sull’andamento della gara:

GARA – «Come spesso succede quando si perdono queste partite negli episodi i nostri avversari sono stati meglio di noi. Dopo il vantaggio dovevamo pareggiare, perché le occasioni le abbiamo avute. Mi aspettavo di più dalla squadra perché le doti tecniche e fisiche le abbiamo, poi sul 2-0 è stato tutto più difficile.

Credo sia incredibile non fischiare il fallo su Calhanoglu, dalle immagini è evidente che Lucas Leiva prenda Calhanoglu e non il pallone. Mi aspettavo di più perché sapevamo l’importanza della partita, dobbiamo dimostrare di essere forti come sappiamo perché ora ci aspettano partite importanti».

IBRAHIMOVIC – «Abbiamo bisogno di tutti i giocatori, chiaro che Zlatan è stato fuori tante partite e non ci voleva ma dovrebbe stare bene per la gara con il Benevento».

PRESTAZIONE – «Se tu vai sotto contro certi tipi di squadra e permette alla Lazio di giocare la partita che si aspettavano subisci. Il fatto di non essere stati in grado di trovare la rete e l’episodio del secondo gol ci ha scosso rendendo tutto molto più complicato.

Nella situazione dove abbiamo preso il primo gol eravamo anche messi bene, eravamo schierati ma purtroppo ultimamente stiamo prendendo spesso gol così. I nostri errori ci sono perché vogliamo chiudere al meglio il campionato e non con una grande delusione».

ERRORI – «Sapevamo che non dovevamo mai rimanere 2 contro 2 con due attaccanti veloci come Correa e Immobile, qualche copertura preventiva è mancata. Dovevamo stare più attenti perché conoscevamo le loro caratteristiche. I giocatori hanno la stessa mia faccia, c’è delusione perché non è stata una partita pessima ma bisogna fare di più e riprenderci subito».

CHAMPIONS – «La situazione in classifica si complica molto perché gli avversari vanno forte, dobbiamo fare meglio e riprenderci già nella prossima partita. Io so di allenare una squadra intelligente e, malgrado sia giovane, anche con grande carattere.

Sul fatto che la squadra saprà tirare fuori il massimo sì, ma sappiamo che dobbiamo fare prestazioni migliori, purtroppo veniamo da due sconfitte e da ora in avanti ogni punto diventa più pesante».

 

Advertisement