Connettiti con noi

News

Ora tocca a Ibra: dopo il rinnovo milionario Zlatan deve portare il Milan in Champions

Pubblicato

su

Dopo l’avvenuta firma del rinnovo di Ibra, adesso lo svedese ha il compito di portare in Champions il Milan

Quanto Ibra sia importante per gli equilibri e per gli obiettivi di questo Milan lo abbiamo potuto constatare, anche piuttosto limpidamente, durante tutto lo svolgersi di questa stagione. Nonostante le numerose assenze per infortunio infatti, lo svedese ha sempre dato il suo decisivo contributo a suon di gol (ben 17 in tutte le competizioni in 25 presenze) e ottime prestazioni. Proprio per questo motivo la dirigenza del Diavolo, con Maldini in pole position, si è affrettata nell’avanzargli la proposta di rinnovo di contratto. Proposta che Ibra ha accettato subito, anche piuttosto logicamente dando uno sguardo alle cifre: 7 milioni stagionali a un giocatore che il prossimo 3 ottobre toccherà quota 40 anni. Uno stipendio elevato, forse troppo? Difficile capirlo ora.

Certo è che con un finale di stagione degno del cognome stampato sopra la sua maglia numero 11, il merito del prolungamento del matrimonio verrebbe compreso e accettato da tutti. C’è infatti un piazzamento in Champions League ancora tutto da conquistare in quattro, decisive partite. A cominciare dal big match di domenica sera contro la Juventus, Ibra ha il compito di trascinare i compagni di squadra verso tre punti che sarebbero provvidenziali. Insomma, per legittimare completamente la sua permanenza, il livello delle prestazioni dello svedese devono mantenere il proprio tenore necessariamente fino al termine di questa stagione.

Advertisement