Milan-Spezia 3-0, le pagelle rossonere: ci pensa Rafael Leao

© foto Doppietta per Rafael Leao - foto Matteo Gribaudi/Image Sport

Il portoghese, quasi irritante per 45′, nella ripresa passa prima punta e trova la sua prima doppietta in Serie A; le nostre pagelle

Il Milan continua a non subire gol in campionato ed è sicuramente un dato importante, al netto degli avversari. Fatica a trovare la via del gol per un tempo per via della mancanza di un vice-Ibra ma alla fine ci pensa Rafael Leao ad aver ragione dello Spezia.

Donnarumma 6 Chiamato in causa tre volte, risponde sempre presente.

Calabria 6,5 Si fa vedere spesso in avanti e da una sua sgroppata nasce l’azione più pericolosa del primo tempo.

Kjaer 6,5 Una zuccata a fine primo tempo fa temere per l’ennesima defezione là dietro; stringe i denti e comanda al solito il reparto.

Gabbia 6 Piccoli non è avversario capace di creare grandi preoccupazioni.

Theo Hernandez 6,5 Meno intraprendente di Calabria (e questa già è una notizia), apparentemente stanco ma alla prima vera sgroppata chiude i giochi con un’azione delle sue.

Krunic 6 Alla sua prima da titolare, si limita alle funzioni base senza strafare ma ha il merito di prendersi con furbizia la punizione da cui nasce il gol (dal 59′ Kessié 6 Entra di forza e prepotenza nel terzo gol).

Tonali 5,5 Un paio di errori in appoggio particolarmente gravi; netto passo indietro rispetto all’ingresso con il Rio Ave (dal 58′ Bennacer 6 Mette ordine a centrocampo).

Saelemaekers 6 A destra si trova molto meglio; ara la fascia in lungo e in largo prende una gomitata da rosso diretto da Marchizza ma il VAR tace.

Brahim Diaz 6,5 E’ il più intraprendente, difficilissimo togliergli la palla, fa ammonire due avversari e si fa anche apprezzare in copertura; dovrebbe solo imparare a giocarla un po’ di più; tende a fare tutto da solo (dal 71′ Hauge 6 Primo assaggio con la Serie A, lo attendiamo per test più probanti).

Rafael Leao 7 Indolente come nelle ultime uscite però, messo da prima punta, con due zampate apre e chiude la partita (dall’83’ Maldini sv).

Colombo 5,5 Ha una grandissima chance ma Erlic lo mura sul più bello (dal 46′ Calhanoglu 6,5 Dà quello spunto che mancava alla manovra e pennella l’assist per Leao).

All. Pioli 6,5 Primo tempo in linea con la partita in Portogallo; squadra sterile e senza sbocchi. Nella ripresa Leao gliela sblocca ma non risolve il problema della mancanza di un vice-Ibra. Molto positivo il terzo clean-sheet consecutivo.

SPEZIA (4-3-3): Rafael 6; Sala 6, Erlic 6,5, Chabot 5, Marchizza 4; Pobega 5,5 (dal 77′ Mora sv), Ricci 5,5 (dal 59′ Acampora 6), Maggiore 5,5; Verde 6,5 (dal 59′ Agudelo 6,5), Galabinov 6 (dal 32′ Piccoli 5,5), Gyasi 5 (dal 77′ Bartolomei sv). All. Italiano 5.