Milan, probabile imminente ribaltone societario: Fassone e Mirabelli a rischio

© foto www.imagephotoagency.it

Il cambio di proprietà degli scorsi giorni potrebbe a breve stravolgere gli assetti societari del Milan. Fassone sembra vicino a lasciare, per lui pronto un nuovo incarico fuori dai rossoneri. In discussione anche la posizione di Mirabelli

Lo scorso 6 luglio il Milan ha cambiato proprietà: dalle mani cinesi di Yonghong Li il club rossonero è finito in quelle di Elliott. Il fondo americano si è immediatamente attivato e in queste settimane sta programmando il prossimo progetto del Diavolo, che come già specificato dai membri della famiglia Singer, non sarà di breve periodo. In tal senso sarebbero sotto i raggi x tutti i componenti del’attuale schema societario di casa Milan e nessuno è attualmente sicuro di conservare il proprio posto. Secondo quanto riporta Monica Colombo (Corriere della Sera) Fassone, in vista del probabile ribaltone  dei prossimi giorni, è vicino a lasciare il suo attuale ruolo di amministratore delegato del Milan e si sta proponendo come nuovo AD della Lega Serie A, appoggiato dall’ala lotitiana.

Fassone non è però l’unico profilo a rischio; infatti quando i rossoneri partiranno per la tournée negli USA ci potrebbe  essere l’occasione giusta per un colloquio diretto tra Gattuso e Singer, per programmare al meglio il futuro e le prossimi mosse di calciomercato, senza interpellare nel mezzo il direttore sportivo Mirabelli, il cui futuro è tanto incerto quanto quello del suo collega dirigente. La situazione quindi è estremamente incerta e la sensazione è che ogni eventuale licenziamento sarà discusso non prima dell’assemblea del 21.

Articolo precedente
Milan, 2 club su André Silva: venderlo o valorizzarlo?
Prossimo articolo
Premium, rivoluzione Elliot al Milan: via anche Gattuso per Conte