Milan, il sovraccarico è il vero artefice dei numerosi infortuni

Biglia
© foto www.imagephotoagency.it

Il numero di infortunati in casa Milan preoccupa ogni giorno di più. Dietro a tale disastro però non può esserci solo la casualità

La situazione in casa Milan diventa ogni giorno sempre più drammatica: gli infortunati si stanno letteralmente moltiplicando e Gattuso non può fare altro che mettersi le mani nei capelli. Una emergenza di tali dimensioni raramente riusciamo a ricordarcela. Facendo un rapido conto però è ormai veramente difficile attribuire la responsabilità di tale dramma ad un cattivo scherzo della fortuna. Tutti questi infortuni muscolari infatti probabilmente hanno un comune denominatore di fondo: i pesanti carichi di allenamento imposti da Gattuso e il suo staff. A supporto di questa tesi il Corriere della Sera ha intervistato Gianfranco Beltrami, vicepresidente della Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI), queste le sue parole:

«Il gemello mediale è uno dei muscoli più a rischio per i calciatori, insieme ai flessori e al retto femorale. Le lesioni possono essere provocate dai carichi di lavoro, specie se dopo una sollecitazione non viene fornito adeguato tempo al muscolo per rigenerarsi. Anche i terreni duri possono incidere: gli allenamenti sul sintetico o in palestra causano incidenti di questo tipo. Senza contare che il freddo, o in generale i cambi di temperatura, di certo non agevolano».