Lapadula non dimentica il Milan e il rigore di Pasalic

lapadula
© foto www.imagephotoagency.it

Lapadula ricorda ancora con emozione l’avventura al Milan. Ecco le sue parole su Instagram in un’intervista con Nicolò Schira

Gianluca Lapadula ricorda ancora con emozione l’avventura al Milan, breve ma intensa. Ecco le sue parole su Instagram in un’intervista con Nicolò Schira: «Dopo i 30 gol di Pescara mi cercano Napoli, Lazio e Genoa, ma un giorno spunta il Milan che chiude l’operazione in 24 ore. Non c’è stato bisogno che mi convincessero. Il giorno prima della firma con il Genoa, chiamò Berlusconi e scelsi il Milan. Ero l’uomo più felice del mondo. Non potevo dire di no ai rossoneri.

Il Milan per me è stato il coronamento di un sogno e di una scalata molto lunga partita dal basso. È stato bellissimo giocare a San Siro, i tifosi mi hanno sempre sostenuto. Ho avuto un rapporto speciale con il pubblico rossonero. Vincemmo la Supercoppa contro la Juve a Doha con il rigore di Pasalic e ci qualificammo all’Europa League».

Sulla maglia numero 9 al Milan: «Non sono scaramantico e non credo alle maledizioni. Indossare quella maglia è un grosso peso per tutti. Non credo alle dicerie e personalmente – al netto di qualche infortunio – ho avuto una buona media gol in rapporto ai minuti giocati».