Connettiti con noi

News

Ibrahimovic: «Dieci anni fa andavo a 2000, ero un giocatore diverso»

Pubblicato

su

Ibrahimovic intervistato da Massimo Ambrosini. L’attaccante del Milan ha parlato del passato, presente e futuro del Milan e non solo

Ibrahimovic e Massimo Ambrosini hanno dato vita ad una lunga e interessante intervista andata in onda venerdì sera nel corso del programma “23” prodotto da Sky Sport.

Ecco degli estratti delle parole dello svedese: «Dieci anni fa andavo a 2000, ero un altro tipo di giocatore. Quando sono in campo penso di più e cerco di sprecare meno energie. Dieci anni fa se non mi arrivava la palla perfetta mi arrabbiavo perché c’erano certi giocatori, la qualità era altissima, oggi accetto più l’errore. Dieci anni fa c’erano personaggi che avevano più “status” e personalità, c’erano altri ego con cui dovevo competere. Oggi se vedo che qualcuno non ce la fa ci vado piano. Ai miei compagni oggi dico “Devi essere quello che sei, non ti posso cambiare”, da giovane sei più Rock n’Roll oggi devo essere più bilanciato. Accetto un passaggio sbagliato ma non un allenamento in cui non si dà il 100%, non accetterò mai chi non dà tutto in partita o a Milanello. Se non ti rilassi in allenamento non ti rilassi neanche in partita, questa è la mia filosofia. Qui i ragazzi hanno preso bene il mio arrivo perché mi hanno detto “Fai vedere la strada e noi ti seguiamo”».