Connettiti con noi

HANNO DETTO

Gravina scrive al Governo: «Niente ristori ma riconoscere importanza del calcio»

Pubblicato

su

Gabriele Gravina scrive al Governo preoccupato della situazione del calcio italiano: ecco il messaggio della FIGC

Gabriele Gravina, attraverso un comunicato sul sito della FIGC, scrive al Governo.

«Siamo ad un bivio dobbiamo agire con celerità per impedire che la crisi del calcio professionistico obblighi i Club al blocco dell’attività, mettendo così in ginocchio tutto il comparto sportivo, le aziende dei 12 settori merceologici ad esso collegati e l’intero sistema Paese, con un non auspicabile decremento della contribuzione fiscale diretta e indiretta. Non abbiamo chiesto ristori al Governo, piuttosto di riconoscerci l’importanza socio-economica che il calcio ha attraverso l’adozione di alcune misure urgenti per risollevare i Club dalla crisi generata dal Covid-19. Il calcio può avere un ruolo determinante per la ripresa complessiva dell’Italia»