Connettiti con noi

HANNO DETTO

Di Stefano: «È un Milan nuovo e di qualità, scudetto? Vi dico cosa penso»

Pubblicato

su

Peppe Di Stefano è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per parlare del bel momento del Milan di Stefano Pioli, le sue parole

Peppe Di Stefano è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per parlare del bel momento del Milan di Stefano Pioli, le sue parole:

«Il Milan era dipendente da Ibrahimovic, da Kessie, da Donnarumma, da Calhanoglu e da Theo Hernandez, ora invece la dipendenza dei grandi campioni c’è sempre ma il Milan ha trovato altre fonti per cercare di non arrivare a fine stagione corti a livello numerico. A centrocampo c’è un Tonali in più, in difesa Romagnoli sta tornando a riscaldare le gerarchie. Kalulu è un’ottima riserva di Calabria. In avanti Rebic era altalenante, così come Leao e Diaz era una pura riserva del turco, adesso invece lo spagnolo lo togli mai, gioca con qualità e quantità. Leao avverte meno pressione soprattutto quando si trova in area di rigore avversaria, è uno dei giocatori che può fare la differenza con la sua corsa e Rebic sta dimostrando di essere da Milan a tutti gli effetti: due gol rispettivamente con Liverpool e Juventus, tanti assist e tanta corsa, sacrificio e disponibilità al gioco che prima non mostrava. Il Milan è nuovo, cambiano le gerarchie, cambiano gli obiettivi… il Milan può vincere lo scudetto? Lo può dire solo il tempo. Se mantiene questo ritmo, è certamente una delle squadre più accreditate anche a livello di rosa per alzare il tricolore».