Come giocherà il Milan con Spalletti: 4-2-3-1 e un Piatek alla Icardi

Piatek
© foto www.imagephotoagency.it

Spalletti già nella giornata di domani dovrebbe essere nominato nuovo allenatore del Milan: ecco come giocherà il Diavolo con lui in panchina

Domani Luciano Spalletti potrebbe diventare ufficialmente il nuovo allenatore del Milan, resta da limare la distanza con l’Inter per la buonuscita, ma come giocherà la squadra rossonera con il tecnico toscano in panchina? Il modulo è la prima certezza: 4-2-3-1 da adattare ai vari interpreti e un gioco propositivo, forse non spumeggiante, ma sicuramente efficacie per chi come il Milan ha il dovere di qualificarsi alla prossima Champions League.

La difesa dovrebbe restare invariata rispetto al recente passato di marca Giampaolo con Calabria, Musacchio, Romagnoli e Theo Hernandez a protezione di Donnarumma; a centrocampo il duo deve essere una combinazione efficace di dinamismo e palleggio con Bennacer e Kessié primi indiziati a rivestire tale mansione. In avanti la certezza sarà Paquetà, finalmente utilizzato nel ruolo di trequartista, ma spalleggiato da Suso a destra uno tra Rebic e Rafael Leao a sinistra. In avanti Piatek avrà il compito di capitalizzare il lavoro della squadra senza sacrificarsi troppo in fase di ripiegamento. Un po’ come Icardi che prima di interpretare il ruolo di separato in casa sempre con Spalletti in panchina di gol ne aveva fatti ben 29 in campionato.

MILAN DI SPALLETTI (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié, Bennacer; Suso, Paquetà, Rebic; Piatek.