Connettiti con noi

News

Boga: «Sassuolo? De Zerbi vuole l’Europa e noi lo seguiamo»

Pubblicato

su

Boga del Sassuolo vive un momento particolarmente felice fatto di goal ed una posizione in classifica tutta europea. Le sue parole

Boga del Sassuolo vive un momento particolarmente felice fatto di goal ed una posizione in classifica tutta europea. Le sue parole  a La Gazzetta dello Sport.

SOLO MESSI MEGLIO DI LUI – «È un buon complimento, che ne pensa…? Però anche Neymar, Hazard e Ben Arfa sono fortissimi nel dribbling».

DRIBBLING – «Seguo l’istinto. E di solito l’istinto mi porta a dribblare. Fin
da ragazzino ho l’abitudine di puntare il marcatore. Gli allenatori mi dicevano di divertirmi.
Da piccoli bisogna provare ogni giocata, da grandi è più dura».

SECONDO POSTO – «La posizione ci regala ottime sensazioni. Già lo scorso anno il Sassuolo meritava di più dell’ottavo posto, ma ci era mancato qualcosa. Adesso dobbiamo continuare a lavorare con serietà ed entusiasmo, partendo dalla partita con l’Inter. Il mister ci ripete da tempo che siamo forti, è stato bravo a farci prendere coscienza dei nostri mezzi. Una partita come quella di Verona l’anno scorso l’avremmo persa. Non è possibile giocare sempre bene e si deve vincere anche nelle giornate meno brillanti se vogliamo qualificarci per le coppe. L’allenatore ha detto che il nostro obiettivo è l’Europa e noi lo seguiamo su quella strada».

COVID – «Un periodo triste. Ero molto giù, non potevo fare niente anche se solo i primi tre giorni ero stanco e avevo mal di schiena. Un giorno sembrava tutto risolto: ero negativo, ma il secondo tampone fu di nuovo positivo».

MERCATO – «Il mancato trasferimento non è dipeso dal virus. Ho parlato con
il Sassuolo e abbiamo deciso che per la mia crescita sarebbe stato meglio restare un altro anno. Qui si migliora tanto: Locatelli e Berardi sono in Nazionale grazie al Sassuolo. E a me piace giocare in avanti con Berardi e Caputo».

MEGLIO LUI O INSIGNE CON I TIRI A GIRO – «Insigne: ha segnato tante volte
così. Consigli mi dice che quelli sono i gol alla Del Piero».