Ufficiale, Cutrone è del Wolverhampton: il ringraziamento del Milan

Cutrone lacrime
© foto www.imagephotoagency.it

Cutrone al Wolverhampton: l’ex centravanti rossonero inizia ufficialmente la propria avventura in Premier. Il comunicato del Milan

Dopo le visite mediche effettuate nella giornata di oggi è appena arrivata l’ufficialità: Patrick Cutrone è un nuovo giocatore del Wolverhampton. Dopo 10 anni di Milan ora l’ormai ex numero 63 rossonero comincerà una nuova affascinante avventura in Premier League con la maglia del Wolves che disputerà anche l’Europa League. Patrick Cutrone firma con il Wolverhampton fino al 2023, al Milan vanno circa 22 milioni di euro comprensivi di bonus.

Cutrone al Wolverhampton: il comunicato ufficiale del Milan

AC Milan comunica di aver ceduto a titolo definitivo, al Wolverhampton Wanderers FC, il diritto alle prestazioni sportive di Patrick Cutrone.

Il Club desidera ringraziare in modo particolare Patrick, per la passione e per l’impegno profuso nei suoi 12 anni in rossonero.
Cresciuto nel settore giovanile del Milan dall’età di 8 anni, è approdato in prima squadra nel 2016, trasferendo un particolare senso di appartenenza al Club.

A Patrick uno speciale “in bocca al lupo” per la sua nuova avventura professionale.

Un addio tra le lacrime

Già nei giorni scorsi Patrick Cutrone aveva testimoniato una certa perplessità nella decisione del Milan di cederlo: «Sarà dura non pensarmi giocare ancora qui»,  le parole dell’ex attaccante rossonero intercettato in aeroporto prima di partire per la Gran Bretagna. Oggi però l’annuncio ufficiale è arrivato: Patrick Cutrone dopo 10 anni di militanza, tra giovanili e prima squadra, non è più un giocatore del Milan.

Cutrone: l’esplosione e poi la panchina

Esploso due stagioni fa sotto la guida di Montella e (poi) di Gattuso, Cutrone ha totalizzato nell’anno d’esordio tra i professionisti 18 reti in 45 presenze posizionandosi tra i più prolifici attaccanti nati nel ’98 dietro il solo Mbappé. Purtroppo però l’annata seguente, condita dall’arrivo di Higuain prima e di Piatek poi, non hanno permesso al nativo di Como di ribadire tali cifre chiudendo la stagione 2018/19 con soli 3 gol in 34 partite in campionato.