The Guardian – Abbattere San Siro sarebbe come spianare una cattedrale

San Siro
© foto Nuovo possibile rinforzo dalla Colombia per il Milan?

The Guardian si batte per proteggere San Siro dalla demolizione: “Come si può non ritenere un’opera di interesse culturale?”

Attraverso un lungo articolo, il The Guardian ha espresso la propria perplessità riguardo la futura demolizione di San Siro: “l’autorità alla cura del patrimonio artistico italiano – scrive il giornale britannico – ha deciso all’inizio di quest’anno che San Siro non rappresenta un’opera di “interesse culturale” e può essere dunque demolito.

Milan e Inter da tempo propongono un nuovo stadio e avrebbero deciso di costruire il nuovo impianto da 60.000 posti nel medesimo luogo dove oggi sorge il Meazza. L’obiettivo per i due club meneghini è quello di trasferire le gare casalinghe in uno stadio di proprietà seguendo la stessa scia tracciata, ad esempio, da Juventus e Sassuolo.

Nel corso della sua storia tuttavia San Siro ha costituito nell’immaginario collettivo l’dea de “La Scala del calcio” come testimoniato dai tanti eventi sportivi e non che ne hanno caratterizzato la sua lunghissima esistenza: dalle prime due finali di Coppe dei campioni ai Mondiali di Italia 90 passando poi per le notti magiche vissute dal Milan in Europa e infine l’ultima gara disputata da Roberto Baggio in carriera. Decidere di abbattere San Siro, scrive il The Guardiani, sarebbe dunque come spianare una cattedrale.