Connettiti con noi

News

Serie A in chiaro, il ministro Spadafora: «Siamo a buon punto»

Pubblicato

su

Il ministro dello sport si dice fiducioso di trovare un accordo per la trasmissione in chiaro di alcune partite di Serie A

Con la ripresa della Serie A sempre più vicina e l’obbligatorietà di disputare le partite a porte chiuse, uno degli argomenti più dibattuti è quello relativo alla trasmissione in chiaro delle partite.

Il primo scoglio da superare è quello relativo alla Legge Melandri che di fatto vieta la possibilità di trasmettere in chiaro le partite di Serie A ma il ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, come riportato da La Gazzetta dello Sport, si dice fiducioso circa la possibilità che la Serie A possano vederla anche i non abbonati alle pay-tv«Siamo a buon punto nel trovare un accordo importante che venga incontro a tutti. Ovviamente non su tutte le partite. Non è facile. Sky detiene i diritti, le partite in chiaro non sono mai state assegnate di fatto a nessuno, poi c’è la Rai, Mediaset a Dazn. Insomma, è una sfida complessa ma ci stiamo riuscendo».

Advertisement