Sentenza Uefa più leggera del campo: vera tragedia greca

© foto www.imagephotoagency.it

Il verdetto Uefa è stato accolto con positività dall’ambiente Milan all’indomani della tragedia greca avvenuta ieri al Pireo che ha portato all’eliminazione dall’Europa League

In attesa del comunicato del Milan in risposta delle sentenza Uefa, filtra leggera soddisfazione da Casa Milan per un verdetto che appare piuttosto mite. Per i rossoneri, che si riservano la possibilità di fare ricorso al TAS, si vedranno dunque trattenere 12 milioni dagli attuali premi riservati all’aver partecipato all’Europa League oltre che una limitazione della rosa per le prossime partite continentali a 21 giocatori con obbligo di pareggio di bilancio entro il 30 giugno 2021. Una mano piuttosto morbida per la Uefa nei confronti dei rossoneri che non hanno dunque limiti intermedi per quanto concerne il calciomercato anche se per pareggiare il bilancio occorrerà una cura da cavallo come scrive Giovanni Capuano su Panorama.

I contatti tra Milan e Uefa tuttavia non finiscono qui visto che i rossoneri nei prossimi mesi dovranno tornare a Nyon per discutere dei conti della scorsa stagione, di matrice cinese, chiusa con un passivo record di 126 milioni di euro già parzialmente limata dall’aumento di capitale effettuato nei mesi scorsi da Elliott. La sensazione da Casa Milan tuttavia è che il verdetto Uefa sia stato più leggero rispetto a quello del campo: la tragedia greca avvenuta ieri al Pireo lascerà molto più strascichi tra Milanello e via Aldo Rossi con una partita importantissima da preparare martedì prossimo contro il Bologna per non perdere anche il quarto posto conquistato in solitaria due settimane fa.

Articolo precedente
Fabregas Milinkovic SavicMilan, spauracchio Uefa superato: nessun limite al calciomercato
Prossimo articolo
HiguainOra è caso Higuain, mai così male in carriera: due mesi di digiuno