Pioli a DAZN: «Siamo stati squadra, Rebic è più attaccante che esterno»

© foto Stefano Pioli, allenatore del Milan - foto Matteo Gribaudi/Image Sport

Il tecnico rossonero Stefano Pioli è intervenuto nel post partita per commentare la gara di oggi disputata contro la Roma

Stefano Pioli, allenatore del Milan, è intervenuto ai microfoni di DAZN per commentare la tanto bella quanto importante vittoria di oggi per 2-0 contro la Roma. Queste le sue parole:

Su Saelemaekers e Paquetà – «I cambi saranno importantissimi, perché fa molto caldo. L’orario oggi ci ha messo a dura prova. Sono entrati molto bene. Hanno tutti atteggiamenti disponibili e generosi anche in allenamento. Credo che la partita l’abbiamo vinta meritatamente perché siamo stati squadra in tutti i momenti. Siamo soddisfatti perché era da tanto che volevamo vincere contro un avversario forte»

Sulle prossime gare – «I risultati ci hanno detto male, solo con l’Atalanta siamo stati al di sotto delle nostre potenzialità. La vittoria di oggi ci da morale, ma contro la Spal dovremo mettere nuovamente in campo le nostre qualità»

Su Rebic – «Rebic mi ha chiesto il cambio perché non ce la faceva più, io avrei preferito tenerlo in campo ancora un pochino. Mi piace che i giocatori mi chiedano di uscire 20 minuti prima della fine, perché vuol dire che hanno dato tutto»

Su Rebic centravanti – «Non è solo forte fisicamente, ma anche ha qualità tecniche. Si deve abituare ma secondo me è più un attaccante che un esterno. Sono convinto che con questo atteggiamento mentale può fare benissimo da prima e seconda punta»

Su Kjaer – «In un’altra situazione Kjaer non avrebbe giocato, perché aveva problemi fino a ieri. E’ stato un innesto che ci ha dato tanto a livello di personalità. Solo con i giovani è difficile, mentre con giocatori esperti come lui è più facile. In questo senso Kjaer è stato di aiuto»

Sulle indicazioni in campo – «Voglio che i miei ragazzi siano attenti e partecipi. Abbiamo bisogno di tutti, perché le ultime 10 partite saranno molto complicate e combattute».